51. Una giornata di 48 ore

Quanti di noi non l’hanno desiderata almeno una volta per poter far fronte a tutti gli impegni che ci assillano quotidianamente?
Molti di noi ogni giorno corrono a destra e a sinistra per fare quello che crediamo ci si aspetti da noi.
Da un recente sondaggio emerge che la gente è  convinta che la giornata sia troppo breve per portare a termine tutti gli impegni. Il prezzo che si paga in termini fisici mentali e psicologici è  elevatissimo.
David Jenkins, studioso dello stress e delle sue conseguenze, ci dice che lo stress cronico che nasce dalla consapevolezza di non essere padroni del proprio tempo può  far aumentare la pressione sanguigna e la produzione di alcuni ormoni, e causare anche cardiopatie.
C’è  però  una bella notizia: se vi pare di aver perso il controllo del vostro tempo, si può  comunque imparare a sopravvivere.

Ecco qui di seguito sette mosse vincenti:

1- Preparatevi
Iniziate la giornata con una lista realistica di cose da fare entro sera, assegnando ad ogni voce del tempo in più, per poter far fronte ad eventuali imprevisti   e modificare l’ordine delle priorità..

2- Evitate gli “ingorghi”
Gli “ingorghi” non dipendono dalla quantità di cose da fare, ma dal tentativo di farle tutte insieme.
Affrontando invece gli impegni uno alla volta si avrà  la soddisfazione di aver veramente risolto un problema o trovato una soluzione.
Una tecnica suggerita dallo psicologo Paul Hauck consiste nello scomporre gli impegni in compiti di più  facile gestione.

3- Non cercate la perfezione
Il perfezionista ha difficoltà a fare le cose rapidamente.
Fare tutto in maniera perfetta richiede tanto tempo ed energia.

4- Sappiate dire “No” quando è il caso
Se abbiamo troppe cose da fare, rischiamo di non avere mai tempo da dedicare a tutte quelle attività che ci danno veramente piacere.

5- Non accumulate troppe carte
Quando si lavora con la carta, è  difficile decidere cosa gettare via.
Le persone, sia in casa che in ufficio, conservano cataloghi, vecchie lettere, memo e archivi.
Alla domanda: “E se un giorno poi mi servissero?” rispondete così: “E se invece non servissero affatto?”.

6- Fatevi aiutare
Molti hanno paura a chiedere aiuto per non dare l’impressione di non sapersela cavare da soli. Invece, sia chiedendo che offrendo aiuto si rafforzano i rapporti interpersonali e si alleggerisce il carico di lavoro. Individuate le cose che continuate a rinviare, mettetele in ordine d’importanza e poi trovate qualcuno che vi aiuti a smaltirle.

7- Ogni tanto “staccate”
Per quanti impegni abbiate, non dimenticate di avere degli obblighi anche verso voi stessi e la vostra salute. È essenziale nutrirsi bene, fare un po’ di moto e dormire a sufficienza se si vuole continuare ad essere produttivi.
Per vincere il sovraccarico di impegni della vita di tutti i giorni, dovete forse cambiare abitudini. Ne varrà la pena, perché sarete meno tesi e nervosi e vi sentirete più soddisfatti.

 

Lo Studio Mario Silvano propone corsi di formazione specifici proprio per migliorare e rendere efficace il proprio rapporto con il tempo: come lo spendiamo e dove bisogna intervenire. http://www.studiomariosilvano.it/corso/rapportarsi-al-tempo/

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *