Formare e trattenere i talenti in azienda, percorsi “su misura “ e un manager dedicato

Un tema trattato spesso nei nostri corsi e sul quale creiamo e proponiamo incontri ad hoc per ogni “figura”, è quello del talento in azienda. 

Riconoscerlo, formarlo e trattenerlo nelle proprie fila, non è cosa da poco. e molto spesso uno stipendio alto può non bastare. 

Il Sole24Ore ha da poco trattato questo argomento in un interessate articolo, e di seguito ne riportiamo degli stralci poiché in linea col pensiero dello Studio.

 

Dato che le cifre talvolta non bastano è assolutamente indispensabile, all’interno della propria azienda, avere una politica di gestione e promozione dei talenti ben definita e strutturata che punti all’offerta di percorsi di carriera e di crescita ben definiti e su altre tipologie di benefit non monetari, come per esempio la formazione continua o il welfare e che tenga conto di un ambiente lavorativo soggetto all’azione di diverse variabili, dalla mobilità (soprattutto dei soggetti più giovani) alla diversificazione delle esperienze professionali fino alla componente (sempre più strategica) della formazione.

Bisogna riuscire a fidelizzare i propri dipendenti, proprio come si fa con i clienti. Proprio per questo motivo le aziende investono tempo e risorse per comprendere i desideri e le richieste dei propri dipendenti e per provare a soddisfarli. C’è un presupposto che non dobbiamo dimenticare: i talenti non hanno età, possono essere neolaureati o manager con diversi anni di carriera alle spalle, e sono diversi da azienda ad azienda.

Per intercettare sul mercato i talenti e portarli all’interno della propria organizzazione non ci sono ricette magiche se non quella di valutare, in sede di colloquio, quanti più possibili candidati. 

Spesso occorre crescere i talenti in casa e per farlo bene servono strumenti e figure professionali idonee. Una delle figure professionali nascenti è quella del Leadership & Learning Manager, cioè il professionista che, sulla base dei bisogni dell’azienda, si occupa di ideare e realizzare il piano di formazione di ciascun dipendente e i corsi necessari per stare al passo con i tempi, di elaborare i percorsi di carriera e di svolgere i colloqui per lo sviluppo interno dei profili ad alto potenziale e dei leader. 

Il suo compito principale è in buona sostanza quello di far stare bene le persone in azienda e l’impatto della sua attività può essere molto rilevante. È lui infatti che seleziona le scuole di formazione più idonee agli obiettivi della azienda. Da qualche tempo lo Studio Mario Silvano e i suoi consulenti, si interfacciano con queste figure, creando percorsi su misura e aiutando le società a “coltivare” questi professionisti secondo le linee condivise con la proprietà. Scoprite di più andando su www.studiomariosilvano.it

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *